logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

3 webinar promossi in collaborazione col Centro di ricerca Sophia Global Studies sui temi dell'informazione e della comunicazione al tempo del Covid-19

Sarà possibile seguire i webinar tradotti in 5 lingue: IT|EN|ES|PT|FR
Per iscrizioni: https://bit.ly/2L2DKUf

 

VirusInfosphere

Sabato 9 maggio 6.00pm-7.30pm CET

Come si comporta la comunicazione, e in particolare il giornalismo, ai tempi del coronavirus? Sono cambiate le narrative? C’è un miglioramento della dimensione etica nelle professioni della comunicazione, con una maggiore attenzione alla persona umana e una moderazione nello scandalismo e nella spettacolarizzazione? Il lavoro da remoto, con una minor presa sul posto, ha danneggiato la professione? Si può riscontrare una maggior attenzione alla verità, una maggiore fiducia in epoca di fake news? Quale rapporto tra comunicazione pubblica, informazione privata e società civile? C’è un approccio più dialogico nella professione giornalistica?

Moderazione

Michele Zanzucchi (Commissione Internazionale NetOne)

Panelists

Pál Tóth (docente Instituto Universitario Sophia)

Alberto Barlocci (giornalista Cile)

Riccardo Barlaam ( corrispondente Sole24ore en New York)

Discussants

Fabio Colagrande (giornalista Radio Vaticana)

Ana Moreno (giornalista spagnola)

Marita Sagardoyburu (giornalista argentina)

Emmanuel Babiganga (giornalista congolese)

Romé Vital (giornalista filippino)

 

VirusDeathFiction

Sabato 30 maggio 6.00pm-7.30pm CET

Il Covid 19 ha riproposto al centro della scena degli umani l’archetipo della morte. Come si può analizzare la rappresentazione della morte all’epoca del coronavirus? L’eutanasia è sempre attuale? Come viene rappresentata l’anzianità, la categoria più colpita dal virus? E come viene presa in conto la marginalità, la cultura dello scarto, il mito dell’efficienza? Giornalisti, videomaker e comunicatori hanno adattato le loro narrative al nuovo momento storico?

 

PandemicDigital

Sabato 20 giugno 6.00pm-7.30pm CET

Il digitale ha fatto la sua irruzione definitiva nel mondo umano, di tutte le età, le estrazioni sociali e culturali, di ogni latitudine. Come analizzare il corto-circuito tra realtà e virtualità che è avvenuto? La realtà è ridotta a virtualità, e viceversa. O forse è lo stesso mondo con modalità diverse? Come si può ipotizzare un futuro per la comunicazione attraverso i social? Quale etica è necessaria per chi opera nel contesto digitale? Come mettere un freno allo strapotere dei “grandi” del digitale?. Info-poveri/info-ricchi. Il ruolo degli stati.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.