logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

di Daniela Ropelato

La comunicazione per una democrazia di qualità

DanielaRopelato(il testo che segue è il testo preparato per l'intervento al Seminario 'Prove di Dialogo' del 10 giugno 2010. In fondo ad esso c'è il video dell'intervento e la trascrizione del parlato)

Il punto di partenza che è stato assegnato a questo panel, “I media sono fatti per far vivere gli uomini insieme”, ha un accento molto forte, suona quasi una provocazione... Chiara Lubich, con questa sintetica affermazione, non teme di indicare una precisa relazione tra azione comunicativa e azione politica: invita a riscoprire e a valorizzare la funzione dei media nella direzione di sostenere la costruzione della convivenza. Di più: la funzione dei media, la loro fisionomia più evidente e immediata sembra essere, in un rapporto che appare di causalità diretta, quella di sostenere la "riuscita" della convivenza.

In qualche misura, questa riflessione mi è apparsa come una ulteriore conferma di una osservazione abbastanza diffusa, comune a tanti studiosi e operatori della comunicazione: il fondamento della razionalità della comunicazione non è autoreferenziale, ma "esterno". I media non si auto-giustificano, non possono essere regola a se stessi, ciò che giustifica e connota l’azione comunicativa è il prodotto: i media sono strumenti.

di Mariele Previdi

Costruire ponti tra aziende e informazione

MarielePrevidi(il testo che segue è la trascrizione della traduzione simultanea italiana relativa all'intervento al Seminario 'Prove di Dialogo' del 10 giugno 2010 in lingua portoghese. In fondo ad esso ci sono: Il video in lingua originale e il video con la traduzione italiana)

Paolo Loriga: Ci stiamo accorgendo da questa riflessione come è proprio vero che il sistema dell’informazione è il sistema nervoso del pianeta e ci sono tutti questi nodi per cui si prende un nodo e lo si solleva leggermente c’è tutta una serie di fattori e di ambiti di conseguenze che entrano a far parte della nostra riflessione ed è per questo che mi piace introdurre Mariele Previdi. Con lei torniamo in Sud America e specificatamente in Brasile.
E' una giornalista ed insegna giornalismo,  è  ancor giovane ma già esperta nel mondo della comunicazione, dell’informazione in particolare. In questo periodo, sta facendo in pratica la funzione di ponte tra le aziende e i mezzi di comunicazione.

di Sergio Barbaro

Informazione, comunicazione e diritto

SergioBarbaro(il testo che segue è il testo preparato per l'intervento al Seminario 'Prove di Dialogo' del 10 giugno 2010. In fondo ad esso c'è il video dell'intervento)
Il termine informazione assume nell’era contemporanea una molteplicità di significati. Preliminarmente, quindi, è necessario tratteggiare il concetto di informazione. Sono individuabili tre principali nozioni di informazione:

1) per informazione si deve intendere in primo luogo qualsiasi dato rappresentativo della realtà che possa essere conservato da un soggetto e comunicato da un soggetto all’altro;

2) da un punto di vista funzionalistico l’informazione può essere intesa come l’ attività di comunicazione al pubblico svolta attraverso i mezzi di comunicazione come la stampa, la radio, la televisione e internet;

3) l’ informazione, in terzo luogo, può essere intesa in senso specialistico come obbligo di informazione. La legge prevede difatti l’ obbligo posto a carico di specifici soggetti di comunicare determinati dati nel momento in cui essi entrano in contatto con altre persone ( trattative contrattuali, presentazione di determinati servizi, contratti stipulati con consumatori, etc.).

di Alma Pizzi

La nuova comunicazione nasce dal nostro vissuto

Alma Pizzi al seminario di netOne accompagna la Presidente del Movimento dei Focolari Maria Voce ad una intervista(Alma Pizzi ieri, 25 ottobre, è morta in Egitto. L'ultimo suo contributo pubblico a NetOne è stato il 12 giugno 2010 al Seminario "Prove di dialogo"; di seguito il testo da lei preparato per quell'occasione, il video del suo intervento e la trascrizione)

Da 35 anni mi occupo professionalmente di comunicazione in vari campi, ma posso dire di essere “nata” alla vera comunicazione solo nel marzo 1995, quando alla conferenza stampa del Premio UELCI a Milano, per il migliore scrittore cattolico dell’anno, ho conosciuto Chiara Lubich e non l’ho più abbandonata.
Ho avuto una seconda “nascita”, ancor più decisa, nel giugno 2000 qui a Castelgandolfo, al primo raduno internazionale di NetOne, che nasceva in quella occasione: da allora considero NetOne la mia casa e non sono mancata mai ai vari incontri e ai seminari di Intermediando.

Ho soprattutto scoperto un nuovo modo di essere giornalista, rivoluzionario rispetto a quello che conoscevo prima: ho iniziato a mettere al primo posto il rapporto con gli altri e non il prodotto del mio lavoro, che fino ad allora mi aveva dato soddisfazioni ma che non era più il centro del mio operare.

di Leticia Costa Delgado

L'immigrato generico esiste solo nei pregiudizi

LeticiaCosta(il testo che segue è il testo preparato per l'intervento al Seminario 'Prove di Dialogo' del 10 giugno 2010 in lingua spagnola. In fondo ad esso ci sono: Il video in lingua originale, la trascrizione della traduzione italiana e il video con la traduzione italiana)

Mi nombre es Leticia Costa, soy Licenciada en Comunicación Social. A modo de presentación, les cuento que mi país, Uruguay, cuenta con poco más de 3 millones de habitantes y está ubicado al sur del continente americano, entre los territorios de Argentina y Brasil.

Mi experiencia laboral se ha concentrado en la radio y el periodismo escrito. En radio, trabajé un año y medio como coordinadora de programación de Radio María Uruguay, donde también conduje un programa periodístico matutino. Y en el área del periodismo escrito, trabajé en Universia, un portal de Internet dirigido al público universitario. Allí me desempeñé como redactora de noticias, tanto generales como educativas, desde 2007 hasta febrero de este año.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.