Text Size

Partecipatory Web for Development 

di Maria Rosa Logozzo

web2fordev
Ho appena ricevuto la newsletter di  VisionPost  e mi ha molto interessato un articolo di Nicola Bruno intitolato Quando il web prova a cambiare il mondo. Vi si pone in evidenza, basandolo su una ricca documentazione disponibile in Rete e su casi di buone pratiche in corso, come l'avvento del cosidetto web 2.0 e delle reti sociali stia portando a un passaggio da un modello di sviluppo 1.0 - quello di ONU, Banca Mondiale e grandi ONG - a un modello di sviluppo 2.0 dovuto a 'iniziative che hanno fatto tesoro delle tecnologie emergenti nell'internet sociale e stanno applicandole nel campo no-profit'. 

Tra l'altro in calce al documento ho trovato la notizia di una conferenza che si terrà alla FAO di Roma, dal 25 al 27 settembre prossimo dal titolo Web2forDev tutta dedicata a ciò.