Text Size

una mail di Stanislao Di Piazza

Banca Etica propone una tre sere a Palermo

in occasione della settimana per il commercio equo solidale la Banca Etica filiale di Palermo, via Catania 24,  organizza tre pomeriggi di incontro:

martedì 20 ottobre, ore 17.00 - Pomeriggio sulla solidarietà

Padre Gioacchino, parroco di S. Lucia, chiesa adiacente all’Ucciardone, e l’Associazione “Agape Amore Fraterno” promuovono una fiera di beneficenza per autofinanziamento e di diffusione del loro progetto sul quartiere; Raimondi, artigiano aderente ad Addiopizzo, presenterà alcuni manufatti di ceramica e racconterà la sua esperienza (vittima usura e denuncia agli estorsori); Cooperativa Liberamente, aderente a Libera, presenta il limoncello e le marmellatine realizzate attraverso la coltivazione delle terre confiscate alla mafia, loro assegnate.

mercoledì 21 ottobre, ore 17.00 - Pomeriggio sull’accoglienza

Padre Garau dell’Associazione “Jus Vitae”  presenta i prodotti coltivati sui terreni confiscati alla mafia a Castellammare del Golfo (TP); Fatima Mbotzibara  espone oggetti ricamati della tradizione malgascia; Reda Berradi , del Marocco,  presenterà la Casa delle Culture che promuove iniziative interculturali. Sarà presente anche il consorzio “Comunità Nuova” con una sfilata di costumi tradizionali di varie etnie.

giovedì 22 ottobre, ore 17.00 - Pomeriggio sulla legalità

Roberto Mazzarella, giornalista, presenterà il libro “L’uomo d’onore non paga il pizzo”; saranno presenti
Tommaso Marino, vicepresidente di Banca Etica, Gaetano Paci, magistrato, Pippo Cipriani, presidente
ass.antiracket e antiusura di Bagheria, rappresentanti di Addiopizzo e Rodolfo Guajana, imprenditore
vittima del racket.

Il desiderio dei soci di Banca Etica è quello di volere offrire, in questo momento difficile in cui a causa della crisi finanziaria e della mancanza di valori etici sembra prevalere lo sconforto, un forte segnale di come a Palermo e in Sicilia possa essere  possibile, concretamente, creare momenti di:
1) solidarietà a favore di chi è emarginato;
2) di accoglienza a chi, straniero,  viene da noi e si integra arricchendoci con la propria cultura e quella dei Paesi di origine;
3) di legalità grazie a quegli uomini , giornalisti, magistrati, imprenditori, della finanza, politici, giovani, che ogni giorno con la loro coerenza ci dimostrano come  in questa nostra isola si possa operare quotidianamente nella legalità .

Siete tutti invitati a partecipare venendo dopo le 17,00  e avremo il piacere di offrirvi un aperitivo con prodotti del commercio equo solidale.

Locandina

(Stanislao Di Piazza è Direttore della filiale di Palermo di Banca Etica)