Text Size

cinema / TV

di Irena Sargánková

Giovani e media – domanda di educazione?

salapragaQuesto era il titolo della 10° conferenza del ciclo Uomo e media, che si é svolta il 19 aprile 2007 a Praga, in collaborazione con la fondazione Konrad-Adenauer-Stiftung. Proprio in quel giorno cadeva il 40° della morte del politico di cui la fondazione porta il nome.

Si è affrontato il tema da diversi punti di vista. E' veramente una domanda di educazione la relazione dei giovani verso i media? Si rendono conto i comunicatori che i loro prodotti possono essere seguiti anche dalla gioventu? E com'è la situazione dei giovani verso i media nella Republica Ceca?

 

petr_sak Petr Sak ha presentato il punto di vista del sociologo e pedagogo. Egli già da lungo tempo si dedica alla ricerca in questo campo e i risultati che ha ottenuto mostrano lo sviluppo nel tempo dei comportamenti dei giovani verso i valori e verso i media. Ha presentato risultati interesanti. Una cosa sorprendente: i giovani in genere rifiutano gli ideali, ma tra gli ideali che rimangono quello che riscontra maggiori adesioni è il cristianesimo. I giovani passano due terzi del loro tempo libero con i media, da qui la grande responsabilità dei media

helmut_rcker Helmut Rücker, giornalista tedesco, ha presentato una parte dei principi espressi dal Consiglio Stampa tedesco (presskodex), ma ha ventilato che si tratta di teoria. I media devono vendere i loro prodotti e così il presskodex viene messo da parte. Ha evidenziato come il fatto che i giornalisti non conoscono i giovani sia un grande problema. E i giovani hanno da dire, basta ascoltarli. E' di qualche speranza la stampa regionale, che riesce a presentare quei modelli positivi della vita quotidiana che ritengono importanti per la gioventu.

kristina_taberyova Kristina Taberyova, che segue la ricerca di programmi e auditori per la TV nazionale, ha presentato la proposta di programmi educativi e specializzati per i giovani e le audiens. Il fatto che molti ragazzi e giovani guardino la Tv fino a tarda sera, che passino molto tempo accanto alla TV, segnala quanto i genitori si occupino poco di loro. Tutti e tre i relatori hanno sottolineato l'importanza del ruolo dei genitori nei riguardi del comportamento coi media in famiglia.