Text Size

cinema / TV

Fotogrammi di vita - Percorsi di lavori tra il cinema e la TV
c04-txt_cass
Mary V. Cass
c04-txt_siniscalco
Lella Siniscalco
c04-txt_schulze-hobeling
Hubert Schulze-Hobeling
c04-txt_desai
Rehard Desai
c04-txt_dauber
Rosalyn Dauber
c04-txt_baetz
Winfried Baetz

TAVOLA ROTONDA - 1°parte

Introduzione e presentazioni

Lella Siniscalco

Iniziamo le sessioni dedicate al Cinema e la Televisione e diamo il benvenuto a tutti. Siamo certi che insieme daremo vita a questi momenti, portando ciascuno la ricchezza dei proprio bagaglio culturale e professionale. In questa prima sessione vedremo alcuni prodotti video, portati da alcuni di voi. Abbiamo dovuto fare una scelta, purtroppo, per il tempo a disposizione, e abbiamo dato più spazio a chi è venuto da più lontano.

 

 

Questo momento ha come titolo "Fotogrammi di vita", e non sarà una rassegna per definire il migliore o per assegnare premi! Sarà invece la testimonianza, da parte di ogni autore, della volontà di comunicare il proprio mondo interiore, l'amore all'uomo, il rispetto delle differenze, il valore della fratellanza.

Mary Cass

Sì, questo è lo spirito che vorremmo mantenere e portare avanti durante tutto il programma di oggi, proprio attraverso il dialogo tra di noi, senza alcuna competizione. Quindi ringraziamo tutti della partecipazione.

Invitiamo Ron Austin, che è un grandissimo amico di NetOne e del Movimento dei Focolari, da più di dieci anni, ormai! Autore, produttore, regista, è un personaggio molto conosciuto, a Hollywood, sia dalla sua generazione che dalla generazione dei giovani americani. Oggi si dedica in particolare all'insegnamento in una scuola istituita da lui stesso. E' sicuramente uno dei membri più illustri della comunità di Hollywood, e siamo estremamente onorati di averlo in questi giorni con noi.

Abbiamo con noi anche Hubert Schulze-Hobeling.

Lella Siniscalco

E' un produttore che da dieci anni lavora in una televisione regionale della Germania del Nord, ha prodotto dei documentari anche per la prima rete nazionale la ARD, uno dei quali, sul tema del celibato, ha avuto molto successo.

_______________

Hubert Schulze-Hobeling

Ci muoviamo dall'Europa all'Africa, in una delle parti più belle, il Sud-Africa. Andiamo a Johannesburg e parliamo di una persona di quarantun anni, il cui nome è Rehard Desai.

Aveva cinque anni quando è dovuto andare via dal Sud Africa. Si è trasferito a Londra e successivamente vi è ritornato. Il resto della storia ve la racconterà lui.


Rehard Desai

Per me venire qui, incontrare tante persone significa molto, per me è un modo di essere in connessione con gli altri, molto più che non attraverso Internet! Io provengo da un background rivoluzionario socialista e per vent' anni ho vissuto all'interno di questa visione del mondo.

Mi sono poi allontanato da quella realtà, volevo lavorare in un mondo che fosse meno materialista, volevo parlare di storie personali, più le storie sono personali più acquistano un significato.

Vedremo alcune sequenze da una di queste storie, una storia di una famiglia del Sud-Africana che ha dovuto lasciare il paese durante il periodo dell'apartheid. La storia parla di un uomo e della sua famiglia e mostra le conseguenze di opporsi al regime, la tragedia che ha dovuto subire e quali sono state le ricadute di questo impegno sociale su di lui e sulla sua famiglia, soprattutto nel suo rapporto con i figli. Nelle sequenze che ora vedremo, conosceremo uno dei personaggi, uno dei suoi figli.

Un'ultima cosa che voglio dire è che la ragione per cui i documentari stanno diventando così importanti è perché stiamo facendo documentari in un' epoca diversa dal tempo precedente e spesso, come ho fatto io, si parte da un approccio personale, e questo è il motivo per cui mi trovo qui oggi con voi.