Text Size

comunicati stampa

Comunicato Stampa n°5

CONGRESSO INTERNAZIONALE
IL SILENZIO E LA PAROLA. LA LUCE

Comunicazione e dialogo nelle arti e mestieri dei media Idee e sperimentazioni
7 novembre -
Centro Mariapoli di Castelgandolfo (Roma)

Si è concluso al Centro Mariapoli di Castelgandolfo il Congresso "Il Silenzio e La Parola. La Luce", a cui hanno partecipato oltre 800 professionisti della comunicazione provenienti da 42 nazioni dei 5 continenti.

Nella giornata conclusiva il responsabile internazionale di NetOne, Nedo Pozzi, ha introdotto i coordinatori dei 4 settori in cui si sono sviluppati i lavori.

Carla Cotignoli, per il settore informazione, ha illustrato le prospettive di rinnovamento autentico dell'informazione nel dialogo fra media e società civile. Le proposte emerse sono in sintesi: dialogo fra comunicatori per uno scambio professionale, connessione fra comunicazione e società civile, formazione etica attraverso aggiornamenti culturali e stages nei diversi continenti.

Maria Rosa Logozzo, per il settore ICT e informatica, ha espresso la ricchezza di lavoro del gruppo di professionisti che si sono trovati a dialogare su tutte le scienze umane e sulle problematiche che l'informatica suscita: proprietà intellettuale, comunicazione all'interno delle aziende, management. Il vasto materiale prodotto sarà disponibile, assieme alle altre relazioni del convegno, sul sito web di NetOne: www.net-one.org .

Lella Siniscalco, per il gruppo cinema e televisione, ha espresso il clima di condivisione e di approfondimento creatosi fra registi, autori, produttori, attori, provenienti dagli Stati Uniti, dall'Europa, dall'Africa e dal Sud America. I congressisti hanno presentato numerosi contributi visivi che hanno vivacizzato gli incontri. È emerso il concetto che l'atto creativo del linguaggio filmico, altamente simbolico, nasce dalla capacità di passare dal silenzio alla parola. E' stata altresì affermata l'importanza di alcuni fattori: il talento innato, la professionalità da acquisire, il ruolo dei "maestri" nel far crescere la creatività professionale.

Michele Zanzucchi, per il settore editoria e scienze della comunicazione, ha riferito sulle linee tematiche al centro della riflessione: comunicazione, cultura, reciprocità. Numerosi, fra i presenti, i docenti universitari e gli studenti in scienza della comunicazione, oltre a filosofi, editori e studiosi del settore. Questa disciplina è apparsa al servizio di tutte le altre nel campo comunicativo. Particolarmente importante è stata la presa di coscienza di quanto si sta sviluppando in America Latina nell'ambito della "educomunicazione".

E' quindi intervenuto l'Arcivescovo mons. Foley, presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, che ha sottolineato l'importanza del silenzio nella comunicazione e della contemplazione tramite l'azione.

E' seguita una tavola rotonda su "Comunicatore uomo del dialogo", condotta da Piero Damosso con personalità, fra le quali Ela Gandhi, nipote del Mahatma, il regista Alessandro D'Alatri, il teologo Piero Coda, e altri professionisti di diverse parti del mondo.

E' stata infine annunciata dalla Family Theater Productions di Hollywood la prossima assegnazione a Chiara Lubich del Premio Life Achievement Award " per il suo efficace uso dei mezzi di comunicazione  nello svolgere il suo straordinario servizio alla Chiesa e alla famiglia umana, e poiché ha ispirato migliaia e migliaia di persone in 180 nazioni del mondo portandole sulla via del dialogo e della fraternità ".

NetOne Alma Pizzi 3358092813