Text Size

ICT & new media

Panel 3 - azienda.istituzione@ict&newmedia

c04-txt_matontiCinzia Matonti
Regione Campania

 


Lo sviluppo software e la comunicazione

Vorrei sottoporre veramente a voi come spunto di riflessione alcune tecniche che si sono diffuse nelle piccole e medie imprese. Si tratta di tecniche abbastanza innovative che emplicemente alla fine formalizzano delle esigenze e dei 'modus operandi', delle tecniche già diffuse in ambito aziendale sia nel lavoro pubblico che nel lavoro privato. Indipendentemente dall'area applicativa e dallo specifico processo adottato, le seguenti fasi sono sempre coinvolte nella realizzazione di qualunque sistema software:

  . La fase di definizione,
si occupa del "che cosa" realizzare e cioè del comportamento del sistema software.

  . La fase di sviluppo,
si occupa del "come" progettare, implementare e validare il prodotto software. 

c04-txt_matonti-01

Fase di definizione

Una delle attività previste in questa fase è la cosiddetta"analisi dei requisiti" con cui si individuano i requisiti fondamentali che il sistema software dovrà realizzare.
L'attività di analisi dei requisiti è particolarmente rilevante e delicata nella definizione di un sistema software.
Essa richiede una buona comunicazione tra cliente e fornitore.
Nell'approccio tradizionale allo sviluppo software si ritiene che la definizione dei requisiti debba concentrarsi principalmente nella fase iniziale del progetto software e perciò si ritiene che tra il cliente e fornitore software debba instaurarsi subito una comunicazione eccellente al fine di non richiedere quasi ulteriori contatti e chiarimenti.
Anche nell'approccio più moderno che caratterizza le cosiddette "imprese agili", la naturale e frequente incertezza del cliente nell'esprimere le sue richieste in merito al prodotto software che si intende realizzare deve essere gestita in tutte le fasi del processo di sviluppo software richiedendo perciò una proficua interazione e comunicazione tra cliente e fornitore/sviluppatore software.