Text Size

informazione

Panel 1 - Le domande della società globale

Diversità culturali-religiose e sintonie planetarie

c04-txt_mustafaaAyesha Mustafaa
direttore "The Muslime Journal", USA




I valori universali e le diversità Culturali - Religiose e un Giornalismo Rinnovato

Tema: Vedere come i mezzi di comunicazione possono "contribuire" a costruire un mondo più unito. Come possiamo imparare da culture e religioni diverse a realizzarlo nel miglio modo possibile?

Il Sacro Corano nel capitolo (chiamato surah) 49, versetto (chiamato ayah) 13, dice: "Oh umanità, certamente Vi abbiamo creato da un uomo e una donna, e vi abbiamo diviso in tribù e nazioni, così che voi poteste conoscervi. Alcuni traduttori aggiungono: " E non disprezzarvi". E continua, "Sicuramente, con Allah, il più nobile di voi è il più obbediente tra voi. Sicuramente Allah lo sa, ne è cosciente".

Il commento riguardante questo messaggio del Corano dice: "I destinatari del messaggio non sono i credenti ma sono l'uomo e la donna in generale, ai quali viene detto che sono tutti, come è sempre stato, membri di una sola famiglia, e che la loro divisione in nazioni, tribù e famiglie non deve portarli all'allontanamento gli uni dagli altri, ma bensì a una migliore conoscenza reciproca. La superiorità di uno o dell'altro in questa vasta fratellanza, non dipende dalla nazionalità, dal benessere o dal rango, ma dall'attenta osservanza del dovere e della grandezza morale", e io aggiungo, "come ha ordinato il vostro Creatore".

La diversità è bellezza, è miglioramento, ed è la piena fioritura del potenziale umano per tutti noi. Certamente, il "comunicatore" programmerà la sua disposizione nell'influenzare gli altri e, nel caso dei mezzi di comunicazione, tutta la società. I Media e il Giornalismo vengono soprannominati l'industria "modellatrice dell'opinione". Noi preghiamo perché questa potente influenza porti al progresso e non alla distruzione di una qualche parte della famiglia umana.

Il miglior giornalista non è quello che manipola i fatti e gli eventi, ma è quello che riesce a far aprire le persone, riesce a farle parlare, si guadagna la loro fiducia a volte arrivando esattamente nel momento più vulnerabile della persona (in occasione di un incidente, di un crimine, di eventi politici e sociali). Il primo segno di un giornalista immaturo, inesperto e mal informato, è quello di ricorrere all'uso di stereotipi.

Il dialogo è fondamentale. Non c'è alternativa se non malanimo e conflittualità. Le regole che guidano il dialogo già esistono e sono comuni a tutte le culture e denominazioni religiose: onestà, sincerità, e il non diffondere diffamazioni o calunnie o accuse infondate.