Text Size

informazione

Conclusioni

c04-txt_cotignoliCarla Cotignoli
NetOne



Strategia del dialogo - Progetti e prospettive

DIALOGO TRA COMUNICATORI

  • • PER UN DIALOGO OPERATIVO TRA I PARTECIPANTI

Strumenti per creare e estendere la rete dei comunicatori:

  • • MAILING LIST
  • • SVILUPPARE la rete di NET/ONE nelle diverse aree geografiche

DIALOGO TRA COMUNICATORI E SOCIETA' CIVILE

  • • PERCHE' LA SOCIETA CIVILE SIA "PEOPLE POWER",

abbia la forza del popolo per porsi in dialogo, come interlocutore davanti ai media:

  • • COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI E MOVIMENTI PER:
  • • Condividere una VISIONE dell'informazione e della missione pubblica sociale e culturale della comunicazione
  • • Costruire insieme PIATTAFORME PROGRAMMATICHE comuni

per diventare partner nella produzione dell'offerta mediatica,
per orientarla ai grandi obiettivi del bene comune, dell'unità della famiglia umana.

  • • PER PROMUOVERE UNA INFORMAZIONE POSITIVA:
  • • BANCA STORIE (alimentata dalla società civile)
  • • SEGNALAZIONE DI AVVENIMENTI DI INTERESSE GENERALE (lavoro uffici stampa)
  • • DIALOGO TRA GIORNALISTI, SOCIETA' CIVILE e AZIENDE

- per favorire la maturazione della loro responsabilità sociale e indirizzare la pubblicità per premiare programmi di qualità.

  • • SEGNALAZIONE OPINIONISTI VARIE AREE DEI MONDO

- per offrire una visione più universale di avvenimenti e questioni di attualità a dimensione mondiale.

  • • FORMAZIONE:
  • • ETICA (motivazioni)
  • • AGGIORNAMENTO CULTURALE per comprendere e comunicare in questo cambiamento d'epoca
  • • Approfondimento religioni e culture
  • • Stages in diversi continenti per conoscere le realtà locali, anche con scambi tra redazioni dove lavorano persone di NetOne
  • • TECNICA (linguaggi)

dialogo tra:

- giornalisti, informazione istituzionale e aziendale (società civile) e

- pubblicitari per apprendere il linguaggio vicino alla gente che abbia efficacia comunicativa

In questi ambiti formativi veicolare attraverso la rete:mailing list e sito.
topTOP