Text Size

Luisa Carrada intervista Sergio Maistrello

di Maria Rosa Logozzo

55_Sergio_MaistrelloNumerosi professionisti amici, con grande disponibilità e generosità (un grande grazie!), hanno arricchito Intermediando  di temi di grande interesse.

In molti ci hanno chiesto come abbiamo fatto a organizzare un corso che coinvolgesse così tanti docenti, di vari settori dei media e di varie sensibilità. Non avevamo denari da offrire loro eppure sono stati con noi, a testimonianza che si possono fare cose valide contando sull’amicizia, sulla condivisione e credendoci. Oserei dire che si fanno cose più valide, proprio perché fatte per passione e in spirito di gratuità.

E allora è quasi d’obbligo, per coerenza con l’esperienza fatta, permettere ad altri di sfruttare quanto abbiamo generato insieme, estendendo il campo di quella condivisione che è strumento di promozione, utile - e forse indispensabile - a far viaggiare l’umanità verso orizzonti migliori.

Cominciamo col pubblicare il video della serata del 18 giugno 2007, quando Luisa Carrada  ha dialogato con Sergio Maistrello sul suo ultimo libro: La parte abitata della rete.

La parte abitata della Rete siamo noi (…) – risponde Sergio a Luisa - si può fare talmente tanto raccontando il proprio mondo…”; “Internet permette di dare spazio a tutti senza che nessuno dica questo sì e questo no (…) stiamo diventando responsabili di quello che ci interessa”.

E se incontrarsi in Rete non è come stare tu a tu con una persona - c’è un filtro dato dallo strumento che toglie immediatezza - “quel poco di mediazione, di filtro che rimane, è quella che ci permette di far decantare le cose e tirare fuori il meglio (…) io non la vivo esattamente come un filtro potente, la vedo come un’apertura di possibilità”, così Maistrello.

Queste sono alcune frasi dai primi minuti di conversazione, conversazione che Luisa Carrada, fine e stimolante, è riuscita a guidare verso approfondimenti e estensioni che davvero vale la pena di gustare.

Si è parlato di blog, di reti sociali, di e-democracy, di aziende e marketing, di corporate blogging che – precisa Sergio - “non è un modo diverso per far arrivare gli stessi contenuti pubblicitari alle stesse persone: è un ambiente diverso, in cui c’è un altro linguaggio e in cui bisogna metterci… un po’ più d’anima mi vien da dire”.

Tutta la sala - numerose le persone intervenute aggiuntesi agli iscritti al corso Intermediando - ha seguito con attenzione e viva partecipazione il dialogo, per quasi due ore, porgendo domande a una tira l'altra come le ciliege. La seconda parte del video le riporta tutte.

Buona visione a tutti!

 

La parte abitata della Rete si evolve interagendo - I parte (52′)

La parte abitata della Rete si evolve interagendo - II parte (47′)