Text Size

di Thomas Klann

Questione di illuminazione

Madonna della Neve: foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Ho fatto il mio apprendistato di fotografo al museo di Berlino. Una delle sfide maggiori quando mi trovavo a fotografare statue di varie epoche, di provenienze diverse e fatte nei materiali più vari, era quella di trovare la luce giusta per mettere in rilievo tutta la loro bellezza.

La prima cosa che dovevo capire era se un'opera era stata ideata per l'interno o per l'esterno. Se era destinata a stare all'aperto non era cruciale in che modo e da dove era illuminata. Pensate ad esempio al David di Michelangelo, da qualsiasi parte arrivi la luce è sempre bellissimo.

Osservate la foto di oggi. La statua della "Madonna della neve" creata da Ave Cerquetti del Centro Ave - atelier che festeggia quest'anno il cinquantennale di attività -  è evidentemente una statua concepita da un'artista che lavorava in studio e con con la mano destra, perciò ll'illuminazione proveniva da sinistra. Nello studio fotografico per mettere in massimo rilievo la plasticità della statua ho dovuto ri-creare le medesime condizioni. Al museo di Berlino a volte passavo delle ore  spostando le luci da una parte all'altra della statua... e magari alla fine scoprivo che l'artista era mancino.

Le linee delicate della bocca e del naso vengono in rilievo  solo con la luce giusta. Ho lasciato appositamente che la pianta sulla sinistra faccia parte dell'immagine, per evitare che la foto della statua fosse fine a se stessa.