Text Size

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

NAZIONI PRIVILEGIATE

Freedom House, un’organizzazione non-profit fondata da Eleanor Roosevelt, ha classificato l’Italia – unica nazione dell’Europa occidentale – tra gli Stati dove l’informazione è “semi-libera”.

In Africa e Sud-Est asiatico ci sono le nazioni dove l’informazione non è libera, come Corea del Nord, Cina, Birmania, Iran, Libia e Rwanda.

Un dubbio ci attanaglia: ci raggiungeranno?

A cosa mi riferisco