Text Size

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

(Ser)Vizio Pubblico

Mentre, al di fuori dei nostri confini, i Media si occupano di facezie, come la crisi economica e gli aiuti ad Haiti, in Italia esplode un caso di portata incalcolabile.
Morgan – un cantante lanciato dalla trasmissione “X Factor” (RAI DUE) ed iscritto al prossimo Festival di Sanremo (RAI UNO) – ha rilasciato un’intervista al mensile MAX, dove dichiara di consumare regolarmente cocaina, “come antidepressivo”.
Prima dell’uscita del mensile MAX (prevista per il 4 febbraio), il testo dell’intervista viene (casualmente) riportato a Mauro Mazza, Direttore di RAI UNO, (“Sono allibito!”), nonchè a Gianmarco Mazzi, Direttore del Festival (“sono rimasto senza parole!”), al Ministro della Gioventù Giorgia Meloni (“affermazioni… deliranti”) e, inevitabilmente, anche a Mauro Masi, Direttore Generale della RAI (in cog-nomen homen…).
Prontamente la notizia ottiene un enorme risalto sui Media nostrani, i quali (chi l’avrebbe detto…) indulgono sui retroscena (“vergogna!” “lo fanno tutti…” ) gossipari.
La sera del 4 febbraio (giorno di uscita del mensile MAX), Morgan sarà invitato da Bruno Vespa (ma altri 2 programmi RAI – “QUELLI CHE IL CALCIO e L’ARENA – hanno richiesto la partecipazione del cantante…) nel programma-salotto  “PORTA A PORTA” (RAI UNO), dove, moderno figliol prodigo, si dichiarerà “in via di disintossicazione” e stigmatizzerà il proprio comportamento, nonché il consumo di droghe.
Tutto questo a pochi giorni dalla partenza di un Festival che si prevede (o prevedeva) alquanto anonimo.
RiflessiONE: E’ più nociva la droga di Morgan o la messinscena Mediatica ? MMMMMMMMM…….