Text Size

di Paolo Aversano

Italo Calvino e la pubblicità oggi: la leggerezza

ForstSono molti i motivi che hanno determinato il successo delle campagne pubblicitarie Apple: prodotti avanzati, idee semplici, ambientazioni neutre, simpatia ed immediatezza vicine ad ogni persona. Leggerezza. In una parola è questa la principale dote della comunicazione (e della tecnologia) statunitense. I prodotti più avanzati al mondo si mostrano con semplicità, non c’è difficoltà di apprendimento, tutto appare chiaro e alla portata di ognuno.

Leggerezza in comunicazione vuol dire proprio questo. Non si parla di leggerezza frivola e senza peso, non sono gli spot senza spina dorsale che costruiscono. Uno spot vincente ha 3 imprescindibili peculiarità:

  1. È leggero;
  2. È in continuo movimento;
  3. È un vettore d’informazioni.

 

Realizzare pubblicità simili significa alleggerire il linguaggio, affinché i concetti-chiave siano trasmessi semplicemente e senza annoiare il fruitore. Significa inoltre snellire la narrazione, affinché lo spettatore possa seguire senza fatica e con piacere. Significa per di più servirsi di un’immagine figurale di leggerezza, che trasmetta concretamente il proposito emblematico dei produttori.

In tal senso appare valida la nuova campagna della Birra Forst. Il prodotto nasce nell’Alto Adige, a contatto con la natura. Il nuovo spot sceglie questo punto di forza e lo mette in luce con leggerezza, creando l’immagine delle birre-folletto che si aggirano nei boschi incontaminati. Linguaggio e narrazione sono decisamente essenziali. Al posto di lunghe spiegazioni, una sola frase: “Buona, perché ha sempre vissuto qui”, che si radica efficacemente nella memoria dei consumatori.
(Riflessione ispirata da Lezioni americane di Italo Calvino).