Text Size

di Paolo Aversano

I numeri in arte

FiatBravaLe pubblicità del settore automobilistico assumono spesso connotati piuttosto prevedibili, specialmente quando si sponsorizza un prodotto già noto evidenziandone una nuova offerta commerciale. Soventemente ci si confronta in TV con ottime proposte per prezzi, dotazioni e finanziamenti, ma la pubblicità posta al servizio dell’offerta perde gran parte delle sue potenzialità artistiche.

In questo senso lo spot per la Fiat Bravo GPL -  on air nel 2009 - ha catturato l’attenzione del pubblico italiano e aperto (o ri-aperto, a seconda delle interpretazioni) un nuovo filone di azione pubblicitaria.

E’ possibile attrarre il proprio target parlando di numeri? Fiat ha dimostrato di sì, creando un affascinante ed unico  mix tra la meravigliosa Estate di Vivaldi e un climax retto su pochi colori decisi e controtendenti: bianco, tanto nero, bordeaux.

 

Il dolce impeto del violino aggredisce sin dal principio lo spettatore che è catapultato in un mondo numerico dove ogni elemento vive in simbiosi con la musica e segue il medesimo ritmo. Lo spot comunica efficacemente l’offerta commerciale (motorizzazione, consumi, prezzo, finanziamento), ma contemporaneamente ha un forte potere di attrazione viscerale. La forza dellla migliore tradizione musicale classica, peraltro italiana, è nobilitata da uno spot che ne rispetta i princìpi e li pone al centro della scena.
I numeri non sono mai stati così belli” ha avuto un tale successo che Fiat ha deciso di proporre un sequel 3 D, lanciato all’inizio del 2010, basato sulla stessa sinfonia del compositore veneziano interpretata dal celebre violinista Nigel Kennedy.

Lo spot - 2009:

Il sequel - 2010: