Text Size

di Paolo Aversano

La ricerca di una strada nuova

BMW

Tra i produttori d’auto le Case premium propongono spesso pubblicità interessanti. Bmw, Mercedes, Audi hanno una vasta clientela e nessuna necessità di dedicare spazio a promozioni, sconti e finanziamenti: le auto si vendono (quasi) da sole, sono il sogno di milioni di persone in tutto il mondo, e possono fare a meno di agevolazioni. D’altronde, durante la peggiore fase della crisi hanno mantenuto una stabilità sconosciuta agli altri costruttori.

La pubblicità-sogno, o la pubblicità-concetto sono il loro forte. Bmw è particolamente rappresentata da spot che stimolano riflessioni sul tempo d’oggi: “Se non avessimo limiti non potremmo superarli” (Bmw serie 3), oppure “Sono le condizioni peggiori a rendere le cose straordinarie” (Bmw serie 5 x drive).

Si propone oggi lo spot della serie 3 Touring, deliziosamente filmato dal celebre regista statunitense Spike Lee. Viviamo in una società efficiente e superorganizzata, ogni momento della vita ha un suo percorso predefinito che spesso seguiamo fedelmente quanto passivamente. In mezzo ad un diluvio di certezze vere e presunte, c’è ancora spazio per il dubbio, e per vie nuove? Lo spot ha la presunzione stimolante di mettere in discussione la pacifica quotidianità, aprendo le porte a percorsi diversi di pensiero ed azione. Nella Tom Tom society tanti hanno paura di perdere la strada consueta, in macchina come nella vita. Trovo che a volte i percorsi alternativi celino segreti bellissimi.

Lo spot ha contribuito non poco alla celebrità internazionale di Giovanni Allevi, firma della splendida colonna sonora che accompagna con spirito riflessivo la trama.