carattere

Rubriche

di Thomas Klann

La foto macro

 

Sulla scrivania - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Sono tanti i campi di lavoro nell'ambito fotografico: fotografia sportiva, attualità, reportage, architettura, matrimoni e celebrazioni, ecc.
Ognuna di queste discipline porta con se delle problematiche di realizzazione sia organizzative che tecniche. Ma a volte ci si trova a confrontarsi anche
con i limiti del mezzo in sé, i limiti della macchina fotografica.
Leggi tutto...

 

di Thomas Klann

Implicazioni delle nuove visioni da drone

 

Loppiano, il College - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Riflettevo in questi giorni su come ci si stia avviando a un nuovo modo di veder le cose, da nuove prospettive.
Fino a qualche tempo fa eravamo abituati a una visione in un certo senso 'dal nostro orizzonte', ad esempio c'era un cielo, una terra e qualcosa in mezzo, come una casa, un castello o una persona.
Ora possiamo vedere dall'alto, dalla prospettiva di un uccello, di un aereo, di un elicottero.
Leggi tutto...





 

 

di Thomas Klann

Se tutto è perfetto, dove rimane la fantasia?

 

Di notte a Venezia - foto di Javier Garcia

(clicca per ingrandire)

Oggi è facile scattare foto, lo facciamo tutti, con il cellulare, con la macchina fotografica, con la telecamera... ma quando una foto è di qualità?
Cosa fa la qualità di una fotografia?
E qui vi chiedo perdono in anticipo se devo dare un po' di numeri :-).
Leggi tutto...





 

Panel 1 - Le domande della società globale

Diversità culturali-religiose e sintonie planetarie

c04-txt_mustafaaAyesha Mustafaa
direttore "The Muslime Journal", USA




I valori universali e le diversità Culturali - Religiose e un Giornalismo Rinnovato

Tema: Vedere come i mezzi di comunicazione possono "contribuire" a costruire un mondo più unito. Come possiamo imparare da culture e religioni diverse a realizzarlo nel miglio modo possibile?

Il Sacro Corano nel capitolo (chiamato surah) 49, versetto (chiamato ayah) 13, dice: "Oh umanità, certamente Vi abbiamo creato da un uomo e una donna, e vi abbiamo diviso in tribù e nazioni, così che voi poteste conoscervi. Alcuni traduttori aggiungono: " E non disprezzarvi". E continua, "Sicuramente, con Allah, il più nobile di voi è il più obbediente tra voi. Sicuramente Allah lo sa, ne è cosciente".

Il commento riguardante questo messaggio del Corano dice: "I destinatari del messaggio non sono i credenti ma sono l'uomo e la donna in generale, ai quali viene detto che sono tutti, come è sempre stato, membri di una sola famiglia, e che la loro divisione in nazioni, tribù e famiglie non deve portarli all'allontanamento gli uni dagli altri, ma bensì a una migliore conoscenza reciproca. La superiorità di uno o dell'altro in questa vasta fratellanza, non dipende dalla nazionalità, dal benessere o dal rango, ma dall'attenta osservanza del dovere e della grandezza morale", e io aggiungo, "come ha ordinato il vostro Creatore".

La diversità è bellezza, è miglioramento, ed è la piena fioritura del potenziale umano per tutti noi. Certamente, il "comunicatore" programmerà la sua disposizione nell'influenzare gli altri e, nel caso dei mezzi di comunicazione, tutta la società. I Media e il Giornalismo vengono soprannominati l'industria "modellatrice dell'opinione". Noi preghiamo perché questa potente influenza porti al progresso e non alla distruzione di una qualche parte della famiglia umana.

Il miglior giornalista non è quello che manipola i fatti e gli eventi, ma è quello che riesce a far aprire le persone, riesce a farle parlare, si guadagna la loro fiducia a volte arrivando esattamente nel momento più vulnerabile della persona (in occasione di un incidente, di un crimine, di eventi politici e sociali). Il primo segno di un giornalista immaturo, inesperto e mal informato, è quello di ricorrere all'uso di stereotipi.

Il dialogo è fondamentale. Non c'è alternativa se non malanimo e conflittualità. Le regole che guidano il dialogo già esistono e sono comuni a tutte le culture e denominazioni religiose: onestà, sincerità, e il non diffondere diffamazioni o calunnie o accuse infondate.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

sottolineature

I giornali parlano della televisione. La televisione rimanda spesso a quello che dicono i giornali. (...). In questa sorta di gioco degli specchi, si finisce per dare più spazio alle opinioni di parte che non ai fatti, succo della comunicazione. Occorre ritrovare la voglia della ricerca, il contatto con la realtà.

Domenico Pompili

News&You - Brochure

 

BrochureN_Y

english    italiano

Grazie a Starkmacher di questo lavoro!

Seguici su Facebook

Facebook_p

Utenti online

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

RSS Syndicator