carattere

Rubriche

di Thomas Klann

Grattacieli che 'mangiano' le favelas

 

Grattacieli che 'mangiano' le favelas a San Paolo - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Recentemente sono stato in Brasile, per motivi di lavoro. Il mio equipaggiamento per le riprese video era composto in maggior parte da “action camera”.
Sono telecamere con dimensioni e peso ridotti, che possono essere montate su un drone, un quadrocopter.
Leggi tutto...

di Thomas Klann

Il punto di fuga

 

Prospettiva - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Riprendo dalle ultime due foto di questa rubrica. Una era presa dall'alto: " bisogna abituarsi a vedere le cose in una nuova prospettiva", commentavo. Perché? Perché in una foto dall'alto non esiste il cosiddetto punto di fuga.
Invece in quella che ho chiamato 'foto macro' esso esiste. Il punto di fuga sottolinea la prospettiva, ma in questo caso è fuori dall'inquadratura. 

Leggi tutto...

di Thomas Klann

La foto macro

 

Sulla scrivania - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Sono tanti i campi di lavoro nell'ambito fotografico: fotografia sportiva, attualità, reportage, architettura, matrimoni e celebrazioni, ecc.
Ognuna di queste discipline porta con se delle problematiche di realizzazione sia organizzative che tecniche. Ma a volte ci si trova a confrontarsi anche
con i limiti del mezzo in sé, i limiti della macchina fotografica.
Leggi tutto...

 

di Maria Rosa Logozzo

Custodire una fiamma di senso in cuore

A Castelgandolfo proseguono i lavori tra i 130 comunicatori di varie aree e di 16 nazioni, ad un ritmo veloce e vivace. Fervono le idee e mano mano si compone una visuale internazionale che non capita spesso di sentire così vicina.
Per chi fosse interessato, i giovani brasiliani di Frat&Media stanno irradiando i lavori, anche con filmati e foto, attraverso le reti sociali a partire dal loro blog, in portoghese. C'è anche la possibilità di seguire tutto su twitter.

Lo sciame di conversazioni non si ferma neanche negli intervalli e il tempo pare non bastare per tutto quello che si vorrebbe condividere.

Sono rari i luoghi dove i comunicatori comunicano tra loro, non solo dei loro diritti e delle loro rivendicazioni, ma della sostanza e degli orizzonti del loro lavoro, necessario perché esista una società solidale e fraterna, aggettivi oggi carichi di utopia ma abbiamo bisogno di speranze non effimere, abbiamo bisogno di méte di senso verso cui camminare. Ne abbiamo bisogno per comprenderci e per comprendere, per ripulire la comunicazione dall’opacità dei guadagni e del servizio ai più forti, e farla tornare alla sua essenza, mezzo per far vivere gli uomini insieme, mezzo di veridicità, di giustizia, di unione unita alla denuncia di quanto inficia questo progetto, mezzo di conoscenza che possa portarci a una migliore qualità di vita.
Siamo coscienti che dovremo attraversare mediazioni, compromessi e ibridazioni spesso dolorose, ma se lo facciamo insieme questo percorso, se lo attiviamo in più punti, non dall’alto ma dal basso, a partire dal puntuale lavoro quotidiano svolto da ciascuno di noi, se lo faremo tenendoci legati gli uni agli altri e aiutandoci a vicenda a far sì che non si spenga quella fiamma di senso accesa in cuore, potrà capitare che il risultato ci sorprenderà.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

sottolineature

La citazione sentenziosa e indiscriminata dei massimi principi a proposito di ogni circostanza anche minuta, e soprattutto complessa, che avrebbe dunque obiettivo bisogno d'esser anzitutto chiarita, finisce per conferire ai principi stessi un suono retorico e dubbio.

Giuseppe Angelini

News&You - Brochure

 

BrochureN_Y

english    italiano

Grazie a Starkmacher di questo lavoro!

Seguici su Facebook

Facebook_p

Utenti online

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online

RSS Syndicator