carattere

Rubriche

di Thomas Klann

Un motivo nel motivo

 

Bicchieri illuminati - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Quando si è invitati ad un matrimonio, capita di parlare ai commensali e di non vedere un bel soggetto da fotografare giusto davanti al naso. Come stava succedendo a me.
Avendo la macchina fotografica con me - è sempre con me in questi casi - quando ho avvistato il motivo per una foto, avevo solo da inquadrarlo nel modo giusto.
Da una finestra entrava una luce abbondante che illuminava tutto lo scenario che volevo fotografare.
Leggi tutto...

di Thomas Klann

Grattacieli che 'mangiano' le favelas

 

Grattacieli che 'mangiano' le favelas a San Paolo - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Recentemente sono stato in Brasile, per motivi di lavoro. Il mio equipaggiamento per le riprese video era composto in maggior parte da “action camera”.
Sono telecamere con dimensioni e peso ridotti, che possono essere montate su un drone, un quadrocopter.
Leggi tutto...

di Thomas Klann

Il punto di fuga

 

Prospettiva - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Riprendo dalle ultime due foto di questa rubrica. Una era presa dall'alto: " bisogna abituarsi a vedere le cose in una nuova prospettiva", commentavo. Perché? Perché in una foto dall'alto non esiste il cosiddetto punto di fuga.
Invece in quella che ho chiamato 'foto macro' esso esiste. Il punto di fuga sottolinea la prospettiva, ma in questo caso è fuori dall'inquadratura. 

Leggi tutto...

di Maria Rosa Logozzo

Seminario ‘Prove di dialogo’: prime informazioni

Test videoA Castelgandolfo, dalla mattina di giovedì 10 al pranzo di domenica 13 giugno prossimi, a sei anni dall’ultimo appuntamento internazionale, NetOne promuove un seminario con un titolo un po’ minimalista, ma solo in apparenza: “Prove di dialogo”.

Oggi che la parola dialogo è talmente inflazionata che non le si presta più attenzione, anzi dà quasi fastidio, noi osiamo riproporla. Ma preceduta da quel ‘prove’ per portare in evidenza il fatto che, benché di dialogo si parli, provare a farlo, investire del proprio in questo è tutt’altra cosa.

Vogliamo avventurarci insieme su questa pista, armati delle nostre competenze e di buona volontà. Saranno molte le lingue e le nazioni presenti, saranno vari i campi della comunicazione rappresentati, saranno diverse le opinioni di chi interverrà, ma proprio per questo il test potrebbe risultare interessante e avere la sua validità. Ce lo auguriamo.

Abbiamo scelto di non distinguerci in gruppi di lavoro per ambiti professionali – come altre volte abbiamo fatto – ma di restare tutti insieme proprio per l’ibridazione e la contaminazione tra mezzi diversi, per la permutabilità di attori e fruitori, per l’intrecciarsi di professionalità e semplice passione, che è l’anima della comunicazione odierna.

Parlando tra noi, in quello spazio aperto che NetOne vuole essere, cercheremo di riscoprire il senso e la straordinaria potenzialità dell’essere comunicatori.
Per questo abbiamo optato per un seminario e non per un classico convegno: ci saranno dei relatori ai panel che daranno degli spunti sui temi, ma starà a tutti i presenti interagire e portare avanti gli argomenti, con l’aiuto di traduttori per le varie lingue.

Ci racconteremo storie e vicende professionali, tutti ne abbiamo; condividerle sarà ricco e contribuirà a ridare peso a quella realtà che i media tendono a mutare in finzione virtuale ad uso di interessi di parte e a scapito della loro credibilità. 

Nei dopocena un po’ di relax e un po’ di arte.

Ritrovarsi sarà anche un’occasione per attivare contatti e collaborazioni. A questo scopo sono previsti dei workshop nel dopo pranzo.

Ci saranno delle mostre fotografiche a tema per tutta la durata del seminario.

Per chi lo desiderasse, il 14 e 15 giugno, a seminario concluso, è in programma una visita turistica a Roma.

E per concludere: NetOne a giugno compirà 10 anni di attività, li festeggeremo insieme.

Il costo dei tre giorni di seminario, vitto e alloggio inclusi, in stanza singola, sarà di 220 euro.

Il programma

 

Con il patrocinio della:

Stemma Provincia di Roma

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

sottolineature

Lo spettatore non è responsabile per le scelte fatte da altri e che sono lì davanti ai suoi occhi (...) Di questa colpa lo spettatore è innocente. Ma l’innocenza non è una scusa per restarsene immobili e rifiutarsi di alzare un dito. La colpa dello spettatore è il peccato dell’inazione.
Zygmunt Bauman 

News&You - Brochure

 

BrochureN_Y

english    italiano

Grazie a Starkmacher di questo lavoro!

Seguici su Facebook

Facebook_p

Utenti online

Abbiamo 118 visitatori e nessun utente online

RSS Syndicator