carattere

di Thomas Klann

Tra le strutture c'è l'uomo

 

Il Angolo della stazione di Berlino - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Strutture, forme,linee orizzontali, verticali, diagonali, ombre, luce, colori: tutti elementi che fanno parte di questa foto. Tutto questo insieme a primo acchito disorienta.
Osservando meglio, compaiono d'improvviso:  una persona, un'ombra e altre persone nelle cabine telefoniche.
Questa scena mi ha preso, perché mi sembrava che le cose circostanti avessero il sopravvento sull'individuo.

 

Leggi tutto: LA FOTO - Alla stazione di Berlino

di Thomas Klann

Fare di necessità virtù

 

Il Cristo di Rio de Janeiro - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Torniamo sulle foto ricordo che si desidera portare a casa da un viaggio: il Colosseo se si va a Roma, la Tour Eiffel da Parigi... e ci vengono in mente quelle immagini standard  viste centinaia di volte.
Ad esempio, a Rio de Janeiro cosa associo? Il soggetto della foto a lato, ma visto di fronte a dominare il panorama della città.
Per una foto così occorre avere un elicottero e, naturalmente, non ce l'avevo quando sono stato a Rio. Allora, visto che il soggetto era noto, ho cercato di fare lo stesso una foto da mostrare agli amici, riprendendo quello che vedevo, ma inquadrandolo bene e con una giusta esposizione.

Leggi tutto: LA FOTO - Il Cristo di Rio de Janeiro

di Thomas Klann

Piani che guidano lo sguardo

 

Controluce sul mare - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Una foto non è solo rappresentazione dell'immagine ben definita di un soggetto. L'immagine ha molte altre componenti: la luce, le ombre e i vari livelli, i vari piani che la compongono.
Facendo un'analisi della foto a lato scopriamo: un dominante ed evidente primo piano della persona in controluce; le onde del  mare che fanno da sfondo alla silhouette; la montagna che è su due livelli; il cielo e il sole sullo sfondo.

 Ma tutto questo contribuisce unicamente a mettere in rilievo le tre vele delle barche nel centro della foto. Come mai? Lo sguardo della persona è rivolto li, e questo suscita quasi un linea immaginaria tra le vele e lo spettatore. Tutto contribuisce a mettere in rilievo quel soggetto che sono le vele, che in realtà non occupa neanche l'un percento di tutta l'immagine, e questo nonostante l'attrattiva evidente del forte sole abbagliante.
Ciò dimostra che non sempre quello che caratterizza la foto è quanto è in primo piano, in posizione dominante, ma che anche gli altri livelli possono dare un buon contributo alla riuscita dell'immagine.

di Thomas Klann

L'occhio e il cuore

 

Edificio a Berlino - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

E' famosa una frase di Henri Cartier-Bresson, impareggiabile fotografo francese: “Qualsiasi cosa si realizzi, occorre che ci sia un rapporto tra l'occhio e il cuore. Con un occhio, quello chiuso, ci si guarda dentro , con l'altro, quello aperto, si guarda fuori”.
Dovrebbe essere così quando si scatta una foto e ciò vale specialmente per una foto creativa. Tale potrebbe benissimo diventare anche lo scatto di un paesaggio, di un quartiere della propria città oppure di un fatto che accade, se fotografato sotto la guida di un movente interiore.

Se esso manca, difficilmente riusciremo a comunicare davvero; saremmo in una situazione analoga a quando si parla senza sapere cosa si vuole davvero dire, dove si vuole arrivare.
Ed è peggio ancora se, per farsi capire, si è costretti a spiegare la foto e commentare, perché è ancora più evidente che la foto non è riuscita a passare quella comunicazione che si intendeva veicolare.
La foto a lato vive del contrasto delle forme, quadrate, rettangolari, curve; in bianco e nero, ma non solo.
E' la natura nella sua libertà, che crea forme fantasiose, apparentemente incontrollate.

di Thomas Klann

Un ricordo non usuale

 

Vita a Bangkok - foto di Thomas Klann

(clicca per ingrandire)

Quando si viaggia e si vorrebbero portare a casa delle foto ricordo, non è detto che occorra mirare a riprendere quei luoghi simbolo che tutti ormai abbiamo in mente pensando a città come Parigi, New York, Bruxelles…
Non sarebbe meglio fare delle foto che possano ricordarci l’atmosfera di quelle città? L’ordine o il disordine, la vivacità, i vestiti variopinti, il traffico disordinato ma che scorre ugualmente. Tante volte sono questi aspetti a colpirci di più.

 La foto che vi mostro l’ho fatta a Bangkok, nelle strade dove si svolge la vita quotidiana e passano pochi turisti. Le persone in strada stanno guardando me che scatto le foto, un po’ meravigliate dai soggetti che fotografavo. Mi guardavano ma poi perdevano interesse al mio esserci e continuavano la loro vita di sempre.
Guardate in alto i 30 o 40 cavi volanti, guardate i mezzi di trasporto: carretti, moto, automobili. Le strade erano strette così ho usato un grandangolo che ha deformato un po’ la foto sui lati dandole una maggiore dinamicità. A rivederla questa foto proprio mi ricorda quel momento a Bangkok.