di Thomas Klann

Luce di taglio

 

(clicca per ingrandire)

Credo che a molti sia capitato di vedere rappresentato qualche quadro del pittore russo Vassily Kandinsky.
C'è una casa davanti alla quale passo tutti i giorni, ma un particolare giorno mi ha colpito un gioco di luce. Stavo oltrepassandola ma poi sono tornato indietro a fissare lo spettacolo con la macchina fotografica. Passava una persona in quel momento e guardandomi sorpresa mi ha chiesto: “Ma cosa sta fotografando?”. Stavo fotografando una composizione che in qualche modo avevo già visto nei quadri di Kandisky, dove non tutto deve essere necessariamente legato nella sua forma o comporsi in un rapporto d'insieme.

Questa immagine ha il suo fascino nelle strutture e nelle linee che la luce di taglio mette ancora più in rilievo singolarmente, oltre alla non usuale realizzazione architettonica che indubbiamente dona un suo originale contributo.
Le cose già viste, magari lungamente note, vengono riscoperte quando permettiamo che attraversino il “dentro di noi” nell'adesso.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.