di Thomas Klann

Limiti delle lenti

 

(clicca per ingrandire)

Ogni lente ha sette difetti ottici dalla sua origine, facilmente constatabili quando proviamo a leggere con la classica lente di ingrandimento.
Gli obiettivi di una macchina fotografica hanno una composizione di lenti proprio per correggere questi difetti.
Inoltre le lenti sono fatte di diversi tipi di vetro, più o meno dure, ed hanno forme diverse: convesse, concave, biconvesse, piano-convesse ecc.
In telecamere o apparecchi fotografici come la cosiddetta 'sportcamera', usata per riprendere da un mezzo in movimento (bici, moto, sci... ), si monta in genere un obiettivo ad occhio di pesce, che riprende un'immagine con una larghezza massima.

 Questo tipo di obbiettivo ha anche il vantaggio, essendo la visuale molto ampia, di far vedere meno le vibrazioni provenienti del motore o della bicicletta.
Come si può evitare la deformazione data da questa ampiezza di ripresa, che in alcuni momenti può risultare anche creativa, ma che tante volte non aiuta la percezione della realtà. Quello che le ottiche non riescono a correggere, ora lo si può affidare a un programma software.
A lato vi mostro un esempio. Ho scattato, con una sportcamera, una foto molto ravvicinata da una finestra, in primo piano, per evidenziare meglio la deformazione indotta. Poi nella seconda foto mostro la stessa immagine corretta con un software, con una  perdita dell'immagine ai lati, ma il risultato è notevole.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.