ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Trasformare il Brasile tramite l'imprenditorialità

Per il secondo anno Anpecom ha realizzato workshop di imprenditorialità per giovani in diverse città del Paese, in partnership con l'Aliança Empreendedora

b0f75b9b bcf8 4ade 9364 eab0aa3748d0Il progetto Geração Empreendedora (Generazione Intraprendente, nt) è parte del portfolio di opportunità che Aliança Empreendedora offre, potendo contare organizzazioni partner sparse su tutto il territorio brasiliano. Esse si impegnano nella formazione di giovani che si stanno avviando  ad essere imprenditori o che hanno micro-imprese in fase di avvio. Le organizzazioni partner, come Anpecom, radunano gruppi di giovani e svolgono  laboratori di vari giorni direttamente nelle comunità di appartenenza, con il supporto di una metodologia robusta e ampiamente partecipativa.

In questo secondo anno di partnership, Anpecom ha formato 107 giovani, attraverso sette differenti workshop svolti nelle città di Manaus (AM), Cotia (SP), Chorozinho (CE), Salitre (CE), Jaguaribara (CE) e Jaguaretama (CE), potendo contare su un team di cinque facilitatori preparati da Aliança Empreendedora: i workshop si intitolavano: “vai que dá” (un modo popolare per dire: "vai che è possibile", nt) per coloro che ancora non avevano una micro-impresa, e “vai ou racha” ("o la va o la spacca", nt) per coloro che invece avevano già iniziato a intraprendere. Parte della metodologia è basata su Effectuation di Sara Sarasvathy, metodologia che punta a sviluppare il business incominciando dalle capacità e strutture già esistenti nella vita dell'imprenditore: partendo da una auto-analisi ogni imprenditore è capace di capire quello che fa, quello che sa già fare, su chi può contare e quindi può svillupare il suo piano aziendale oppure ristrutturare un business esistente.

Rarison Coelho, che ha seguito i gruppi di Manaus (AM) ci ha scritto che la metodologia applicata è stata fondamentale nel percorso fatto, ma la proposta di EdC ha arricchito molto il processo perché ha dato un' "anima" al workshop, facendo sì che ognuno guardasse alla persona come alla cosa più importante di tutto, più dei concetti e della stessa impresa di ciascuno. Il dialogo e la comunione sono stati i punti chiave del successo del progetto, perchè è diventato una ricchezza condivisa. Tutti hanno "guadagnato" in questa dinamica e sembra che siano partiti sodisfatti e con gli scopi ragiunti. 

Melina Borges mette in rilievo che durante gli incontri nascono le sfide, ma che anche questi punti sono essenziali nella formazione dell'imprenditore: “Abbiamo risistemato la sala in modo che diventasse più confortevole, con l'aiuto di tutti. In alcuni incontri la merenda è stata preparata dai giovani. Sono stati speciali i momenti in cui si sono guardati... Si sono fatti alcuni adattamenti per guardare meglio gli imprenditori che hanno già un business: una valutazione delle principali difficoltà e un'analisi SWOT sono state anche inserite nella dinamica delle attività.”

Marcio Silva Oliveira, che ha partecipato ad un dei workshop ha affermato: “Spesso abbiamo delle idee e non sappiamo se queste sono veramente buone o se ci stiamo illudendo, quindi nascono dubbi, paure, insicurezze e le idee possono pure morire ancora prima che proviamo a parlarne e, pur mettendocela tutta, facendo delle ricerche, raccogliendo informazioni sulle nostre idee a volte non sappiamo da dove incominciare. Quindi questo corso è stato perfetto per darci una direzione e farci capire da dove e come incominciare!”

Sono in programma altre due workshop per il secondo semestre di quest'anno, ed il contatto con i giovani che vi hanno già partecipato continua in forma di mentoring con quelli che desiderano essere accompagnati.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it