ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Belgio: presentazione Edc a 320 studenti

Pomeriggio all'insegna della cultura del dare a Malle lo scorso 5 febbraio

di Elisabeth Simoen

130205_Belgio_05_rid

Un pomeriggio all’insegna di Edc per i 320 studenti dell’ultimo anno della Scuola di Formazione Superiore in Gestione di Impresa Thomas More - Kempen, lo scorso 5 febbraio a Malle, in Belgio. La crisi che stiano vivendo che sfide ci sta ponendo dinnanzi? Si è partiti da questo interrogativo, posto agli studenti, per poi passare a descrivere la nascita del Movimento dei Focolari -ambito in cui è nata Edc- in un altro grandissimo momento di crisi, la II guerra mondiale. Chiara Lubich all’epoca scelse di vivere in maniera radicale il Vangelo e di amare ogni prossimo, per primi i più poveri: allo stesso modo oggi si può guardare oltre la crisi attuale per capire insieme come essa possa essere una pedana di lancio verso un’economia più giusta e sana.

Il programma è proseguito con tutta una serie di spunti interessanti per i ragazzi, con la cultura del dare 130205_Belgio_04_ridcome filo conduttore di tutto il pomeriggio: alcune testimonianze in plenaria sono state seguite da workshops. I ragazzi si sono suddivisi in 15 gruppi di lavoro, ciascuno gestito da 2 esperti, tutti impegnati nel vivere sia nella vita quotidiana, che nella vita professionale la cultura del dare. Erano presenti, oltre a diversi imprenditori Edc, il direttore di un carcere, un revisore dei conti di impresa, il direttore di un ospedale psichiatrico, un consulente nell’ambito delle risorse umane, una madre di famiglia che fa volontariato... Ognuno portava con sé un messaggio unico: in ogni momento della tua vita, puoi scegliere di fare il bene, cominciando dalle piccole cose, come cercare di amare i propri colleghi, adottare scelte radicali nella vita famigliare, fino a dare una parte dell’utile della propria impresa per l’EdC. Gli studenti erano sorpresi nel cogliere tanta  radicalità nelle scelte quotidiane, ma hanno compreso che non si tratta di scelte poste in atto individualmente, ma di una cultura che influisce su ogni scelta della vita.

130205_Belgio_06_ridA conclusione del pomeriggio, alcuni giovani hanno descritto la propria esperienza al Genfest ed hanno presentato Together 4 Peace, un progetto portato avanti in Belgio da più di 100 giovani che promuovono attività per la pace, come un musical con giovani di diverse culture, lingue e religioni, visite a persone anziane in case di riposo, pomeriggi di giochi con bambini zingari... dimostrando così che per costruire un mondo unito non occorre aspettare di arrivare alla vita professionale,  ma si può iniziare oggi stesso. Alla fine una sfida lanciata a tutti i giovani presenti: iniziare tutti insieme a vivere la cultura del dare, cominciando da atti piccoli, ma grandiosi. Con meraviglia e sorpresa gli studenti hanno aderito con entusiasmo a questo invito.

Alcune reazioni: “Certo non sono argomenti di cui si senta parlare ogni giorno, ma avverto una “verità” nelle cose che ho sentito oggi.” “Dare incondizionatamente è difficile, come fare a imparare a dare senza aspettare nulla in cambio?”.  “Ditemi il vostro segreto: si vede che vi siete realizzati. Anch’io voglio vivere così”

Un pomeriggio quindi davvero ricco in cui si è reso evidente che la cultura del dare e l’EdC sono molto di  più di qualche atto di carità verso i poveri, e che il mondo andrà verso un futuro migliore se saprà mettere in pratica la sua cultura.

 

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it