ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Argentina: la felicità e i sogni si danno appuntamento ad Alta Gracia

Dal 25 al 27 aprile 2014 si è tenuto il 33º incontro dell’Economia di Comunione in Argentina. 

di Carolina Carbonell

140427 alta gracia 01Ottanta persone, tra studiosi, studenti, lavoratori, imprenditori e interessati all’EdC, si sono dati appuntamento nel fine settimana del 25 al 27 aprile ad Alta Gracia (Argentina) per partecipare ad uno dei due incontri annuali che tradizionalmente EdC organizza in Argentina.

In questa occasione, la numero 33, i partecipanti arrivavano da tutta l' Argentina (Córdoba, Jujuy, Tucumán, Mendoza, Santa Fe, Buenos Aires, Entre Ríos, Santiago del Estero…), ma anche dal Paraguay, dal Messico e perfino due giovani dalla Germania..

L’incontro è iniziato con una riflessione sulla visione dell’uomo140427 alta gracia 02 caratteristica dell’EdC: un uomo che concilia economia e comunione, che cerca la realizzazione dell’altro nella reciprocità; un uomo vivace, con un fuoco che gli brucia dentro, con un forte desiderio di trasformare il mondo; ma un uomo che si sente povero, perché solo un povero puó aiutare un’altro povero senza offenderlo. Esistiamo perché diamo. Vivere in comunione non è un’opzione, è un’esigenza dell’uomo, una necessità per la propria realizzazione.

Anche il posto, con un bel parco e le montagne sullo fondo, favoriva la comunicazione e l’ascolto, la conoscenza dell’altro non sempre “così tanto conosciuto”. Durante l’incontro c’è stata tanta condivisione, semplice ma profonda. Anche sugli ostacoli che si incontrano durante il cammino, sulle difficoltà e su quello che qualche volta si potrebbe vedere come fallimento. Tutte le circostanze sono una parte preziosa del cammino perché appartengono alla vocazione personale, al cammino di ognuno verso la felicità..

140427 alta gracia 03Come nella storia di Noè: la chiamata a costruire un’arca da contenuto e verità alla chiamata personale. Le aziende, il mondo, si salvano ogni giorno perché ci sono persona che ascoltano una chiamata di salvezza e rispondono. Al meno una persona. Una sola persona può essere sufficiente per una storia di salvezza. Costruisce un’arca. Crea un’opera d’arte, da vita ad una una cooperativa, un’impresa, un sindacato, una associazione, un movimento político. Costituisce e custodisce una famiglia, un figlio, un mestiere. E’ l’arca quella che “costruisce” Noè. Possono esserci e ci sono arche senza chiamata, ma non devono esserci chiamate senza arca.

La presentazione del Polo Solidaridad ha fatto risvegliare alcu140427 alta gracia 04ni sogni e forse anche alcune vocazioni. Una persona diceva: “il cappannone del mezzo è per me”. Un’altra, vedendo il disegno delle case del quartiere a fianco alla laguna, sognava dicendo: “come vorrei abitare in questo paradiso”.

Soltanto i sogni si possono fare realtà... “Che il sogno sia grande, perché non lo si perda di vista quando si cammina verso di lui”. La prossima tappa di questo cammino insieme ci porterà ad Asunción (Paraguay), dal 12 al 14 settembre di questo stesso anno.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it